L'ALTRA TRAVAGLIATO

L'ALTRA TRAVAGLIATO
06/05/2018

L’ALTRA TRAVAGLIATO

SI è conclusa l’importante vetrina di TRAVAGLIATOCAVALLI 2018, ed è essenziale per noi sottolineare lo sforzo prodigato anche quest’anno dal mondo haflinger.

tra2

La fiera più importante per la nostra Regione è stata anticipata da una imponente sfilata di carrozze e cavalli a sella per le vie dell’elegante Centro Città di Brescia, culminante nella bellissima e famosissima Piazza della Loggia, organizzata, come sempre dalla Splendida Maria  Baleri, motore instancabile di tutti i più importanti eventi equestri, affiancata dal suo preziosissimo Staff.
tra3

I nostri cavalli erano  naturalmente presenti alla promozione dell’Evento, presentato ad un foltissimo pubblico e alle molte Autorità intervenute, che, grazie ad una crescente sensibilità verso il mondo del cavallo e verso la riscoperta del  magico sapore che ha il rapporto  tra uomo ed animale, hanno aiutato concretamente la creazione di una fiera dai contenuti unici.

tra6

La fiera non vuole essere quindi solo un momento di presentazione asettica di soggetti ben preparati  ad un pubblico che non sa tutto sul mondo dei cavalli, ma vuole essere un contenitore di iniziative volte a coinvolgere la gente, a toccare l’emotività dei potenziali nuovi appassionati, a far crescere e dare motivazioni a chi è nuovo dell’ambiente e vuole migliorare la qualità del rapporto con gli  animali che conosce ancora poco. Quattro giorni di sport vero, di sport promozionale, di mostre, di “prova anche tu”, oltre che di utile merchandising  e di mangiate e bevute… L’indotto che il mondo del cavallo ha saputo creare è ormai importante, vista la crescente attenzione per il benessere degli animali e la passione che l’hobbista cavaliere mette nel prendersi cura del proprio cavallo, per cui a partire da veterinari e maniscalchi, figure come sellai, mangimisti e artisti nell’inventare cosa serve ai nostri compagni, trovano tutti collocazione in un sempre più grande mercato.

tra7 b

La Mascotte TRAVALLINO, nata come riuscitissimo schizzo dalla matita di un professionista del disegno figlio di uno dei più importanti Personaggi locali, Grande Uomo e Grande Patron  della fiera, è ormai una realtà presente in tutti gli scenari della fiera, partecipando a tutte le cerimonie di premiazione e allietando con carezze e pacche sulle spalle tutti i bambini che continuamente lo circondano. Non so se l’avete notato, ma Travallino è un HAFLINGER!

tra19

Si, perché l’haflinger è un po’ il cuore della fiera di Travagliato; storicamente gli allevatori bresciani hanno qui confrontato le produzioni della immensa Loro Provincia, che va dal lago diGarda al lago D’iseo, dalle montagne dalle nevi perenni alla ricchissima Franciacorta, alla bassa e produttiva pianura. Travagliato, la “Città del cavallo” deve sicuramente molta della sua fama agli haflinger allevati e portati in fiera dai suoi  numerosissimi allevatori. La provincia di Brescia ha sempre detenuto il numero più grande di haflinger in Lombardia, con grande attenzione al livello qualitativo.
tra20

Da qualche anno è in atto una apertura alle altre province Lombarde, fino alla realizzazione, anche quest’anno della Mostra Nazionale del Cavallo Haflinger, in alternativa alla molto più costosa ed impegnativa Fiera di Verona. I numeri della Nazionale non potranno più essere abbondanti come un tempo, quando tutto era più facile, compreso spostarsi per centinaia di chilometri con i cavalli, pertanto una sessantina erano soggetti presenti e va premiato  lo sforzo dei loro   bravi allevatori, desiderosi di confrontare e valutare i rispettivi soggetti, desiderosi di capire quali siano gli obiettivi della selezione di casa propria e di come orientarla.
tra16




Ma le scuderie, e parlo delle scuderie che hanno un’anima bionda e una cultura equestre in grande evoluzione, che hanno molti giovani allievi interessati ai pregi dei nostri haflinger, ci hanno permesso di capire, di fianco alle consuete ed ovviamente importantissime moine morfologiche, che a volte gli obiettivi della selezione possono essere legati a ciò che il cavallo fa, e non solo a ciò che è… La presenza a Travagliatocavalli di molti haflinger negli eventi sportivi di salto ostacoli ed attacchi, ci hanno mostrato che il figlio di tale stallone è più veloce nelle girate strette, che quell’altro salta di più, o che l’altro ha più resistenza e chi più ne ha più ne metta…

tra15

I cavalli presentati durante la proclamazione del “Best in show” sono stati una sintesi di bellezza, qualità e grande passione. Chiunque vorrebbe nella propria scuderia cavalli di tale livello!
tra13

La selezione, visto il livello genetico raggiunto, la vediamo ormai sui campi di gara, e i molti allevatori “puri” che hanno seguito le evoluzioni degli haflinger agonisti, più o meno addestrati e preparati per eventi sportivi importanti, si sono sicuramente fatti una idea di cosa ci vuole. Gli sforzi che negli ultimi anni sta portando avanti ANACRHAI, Associazione degli Allevatori, fino agli ultimi aspetti legati ai progetti sulla biodiversità, suono senz’altro mirati verso questa direzione: non esiste un “modello ideale”, abbiamo dei cavalli bellissimi nella loro diversità, ma sono tutti riconoscibili come haflinger ed ognuno di essi deve dirigersi verso una specializzazione, naturalmente ove richiesto.
tania

L’altra Travagiato, in conclusione, ci ha offerto tantissimo per capire che dopo il grande livello genetico raggiunto, gli allevatori devono per forza orientare le scelte per i futuri accoppiamenti verso una maggior consapevolezza del valore aggiunto che la presentazione al lavoro dei cavalli ci sta dimostrando. Solo attraverso accoppiamenti tra riproduttori con qualità attitudinali oltre che morfologiche potremo compiere un ulteriore passo avanti verso la creazione di un cavallo/pony Haflinger veramente competitivo.
tra1

tra12

tra10

tra14

tra8
tra16